La corretta progettazione degli spazi abitativi deve considerare l’importanza dell’illuminazione, capace di influire sulla percezione sensoriale degli ambienti, valorizzandoli nel loro complesso

Chi si occupa di interior design sa bene che nella fase di progettazione di un ambiente l’aspetto luminoso gioca un ruolo fondamentale. La luce infatti influisce sulla nostra percezione sensoriale ed è capace di valorizzare gli spazi rendendoli più funzionali – in base alle necessità d’uso della stanza -, confortevoli e più belli.

Studiare il giusto apporto di luce all’interno di ogni stanza della casa o del giardino, ma anche dei luoghi di lavoro, di un negozio o della stanza di un hotel influisce sulla vivibilità e sulla sensazione di comfort percepita. Un aspetto molto importante che va curato fin dalla fase di progettazione in base alle dimensioni della stanza e alla sua destinazione d’uso: ad esempio se si vuole illuminare una camera da letto nel modo più corretto bisognerà scegliere luci calde con intensità luminose diverse. Dirette per illuminare dei punti precisi come l’armadio, indirette e soffuse vicino al letto per stimolare sensazioni di calma e relax e conciliare il sonno. Anche in cucina un’unica fonte luminosa non è sufficiente perché il piano di lavoro e il piano cottura devono essere illuminati a dovere per agevolare la preparazione dei cibi e la pulizia. Ma quando si deve scegliere la lampada per la cucina bisognerà porre particolare attenzione anche al materiale della lampada che dovrà essere resistente al caldo, al vapore e facile da pulire. Bisognerà inoltre considerare i colori delle pareti, la quantità di luce naturale che entra dall’esterno e quali sono i complementi di arredo che si intende inserire nella stanza per illuminarli con una luce scelta ad hoc.

Perché la progettazione illuminotecnica è così importante?

Quando si progetta l’interior design di un ambiente la scelta delle luci giuste è fondamentale. Bisognerà prendere in considerazione la dimensione della stanza e la sua destinazione d’uso, i colori delle pareti e degli arredi, capire che atmosfera si intende evocare in quella determinata stanza e trovare il perfetto equilibrio tra illuminazione indiretta e fissa. Perché?

Perché una corretta progettazione illuminotecnica rende gli ambienti più funzionali

Scegliere il tipo di illuminazione sbagliata per un ambiente ne influenza negativamente la vivibilità. La progettazione illuminotecnica, infatti, non è solo una questione di stile o di design ma anche e soprattutto una questione di funzionalità.

Le lampade a parete sono particolarmente indicate nei corridoi o lungo le scale perché le luci applicate sulle pareti aggiungono lunghezza. Un’altra soluzione per questo tipo di spazi sono le luci led a incasso (come i segnapasso) utili a indicare il percorso, fungendo da guida luminosa lungo vialetti esterni, corridoi, gradini e corrimano.

Se invece si intende valorizzare dei punti precisi, come dei complementi d’arredo e gli elementi architettonici presenti nella stanza oppure si vuole semplicemente dare più luce al piano di lavoro della cucina, plafoniere, applique, lampade a incasso o a sospensione a luce diretta sono la soluzione più adatta. Altrettanto funzionali le lampade da scrivania a led per illuminare la postazione di studio o lavoro senza affaticare la vista.

Rendere più funzionale un ambiente scegliendo il giusto tipo di illuminazione in base alla destinazione di utilizzo delle varie zone della stanza significa innanzitutto migliorare il proprio comfort abitativo e sfruttare al massimo le potenzialità dell’ambiente.

Ambiantazione Bagno Eleni Lighting

Perché la luce modula la percezione dei colori

Lo sapevi che il colore influisce sulla percezione che si ha delle dimensioni dell’oggetto o dello spazio? I colori chiari tendono a dilatare la percezione della dimensione, quelli scuri a ridurla. Pertanto se si tingono le pareti di una stanza con tonalità chiare l’ambiente tenderà a sembrare più grande e spazioso. Se si scelgono tonalità scure, invece, la stanza sembrerà più piccola. Lo stesso vale per gli oggetti.

Ma indipendentemente dal colore scelto per dipingere la o le pareti di una stanza, ciò che è importante ricordare è che l’illuminazione può accentuare o attenuare la carica cromatica del colore scelto. Una progettazione illuminotecnica fatta ad hoc permetterà quindi di valorizzare al meglio il colore scelto per la stanza.

Alcuni esempi? Se si vuole attenuare l’impatto visivo della colorazione della stanza si consiglia di utilizzare delle lampade a sospensione. Le lampade a incasso o a luce riflessa, invece, tendono ad accentuare la percezione del colore.

Perché aiuta a donare l’atmosfera che ricerchi alla stanza

L’illuminazione influisce sia sulle dimensioni percepite, capace di far sembrare una stanza più grande o più piccola, ma ne modifica anche l’atmosfera influendo l’umore di chi vive quel determinato ambiente. Come? Attraverso la temperatura colore della sorgente luminosa.

Oltre allo stile, al design e al materiale di un lampadario bisogna tenere in considerazione anche la temperatura colore perché la somma di tutti questi elementi andranno a influire sulla creazione dell’atmosfera ricercata.

Le luci calde (con una temperatura colore inferiore i 3.300 K) contribuiscono a creare un’atmosfera più accogliente e piacevole. Le luci fredde (con una temperatura colore superiore i 5.300 K) è particolarmente indicata se si vuole dare all’ambiente un’atmosfera energica e stimolante. Infine, se si desidera una luce neutra si dovranno scegliere delle luci con temperatura calore compresa tra i 3.300 e i 5.300 K.